Attentato-kamikaze a Mosca: forse è stata una donna
PDF Stampa
Martedì 25 Gennaio 2011

La direzione dell'Aeroporto internazionale Domodedovo di Mosca, nel quale ieri un attentato suicida ha provocato 35 morti, non ritiene di avere alcuna responsabilità nell'accaduto. L'ha detto oggi la portavoce dello scalo Yelena Galanova, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Interfax. "Noi pensiamo che non dovremmo essere chiamati a rispondere per l'esplosione, perché tutte le misure di sicurezza per l'aviazione sono state prese dai nostri servizi", ha detto la funzionaria dell'hub moscovita. Oggi il presidente russo Dmitri Medvedev ha puntato il dito contro l'aeroporto, affermando che la sua direzione dovrà rispondere di quanto avvenuto ieri. "Quello che è successo dimostra chiaramente che c'è stata una violazione delle norme di sicurezza", ha accusato Medvedev. "Tutti coloro che hanno responsabilità, coloro che prendono decisioni e la direzione dell'aeroporto - ha aggiunto - dovranno rispondere di tutto questo. E' un atto di terrorismo. E' una tragedia".