GB, proposta di riforma pensionistica
PDF Stampa
Martedì 06 Ottobre 2009

I Tories presenteranno oggi al loro Congresso di Manchester, giunto al secondo giorno, i loro progetto di riforma delle pensioni. Secondo quanto riporta il sito web della Bbc, George Osborne, numero due dei conservatori e ministro del Tesoro del governo ombra, spiegherà ai delegati presenti che in caso di vittoria nelle elezioni del prossimo anno (e i sondaggi danno i Tories favoriti) l'età pensionabile sarà portata da 65 a 66 anni a partire dal 2016. L'attuale governo laburista ha già annunciato che intende innalzare l'età pensionabile a 66 anni, ma in modo graduale tra il 2024 e il 2026. Il leader del partito David Cameron parlerà giovedì. Tra Tories regna l'ottimismo circa la possibilità di tornare al governo il prossimo anno per la prima volta dal 1997. Tuttavia presidente del partito Eric Pickles ha avvertito ieri i delegati che non sarà così scontato, sebbene i sondaggi siano positivi. Pickles ha infatti ricordato che per ottenere la maggioranza parlamentare i Tories dovranno mantenere i 193 seggi attuali e vincerne altri 117. Si tratta di un exploit che i conservatori non fanno dal 1931. "Ci vuole una svolta più grande di quella compiuta da Margaret Thatcher nel 1979", ha detto Pickles. Un sondaggio pubblicato oggi dal Times indica tra l'altro che l'attuale consenso che gode il partito conservatore è dovuto più all'insoddisfazione dell'elettorato britannico per i laburisti di Gordon Brown che all'entusiasmo per i Tories. Una grande maggioranza dell'elettorato (il 68%) ritiene infatti che il partito non sia molto cambiato sotto la leadership di David Cameron, ma che stia facendo bene solo grazie all'impopolarità dei laburisti.