Barcellona: riaperta la Sagrada Familia dopo l’incendio
PDF Stampa
Mercoledì 20 Aprile 2011

sagrada_familia

 

La Sagrada Familia, simbolo dell'architettura di Antoni Gaudì e di Barcellona, è stata riaperta al pubblico alle 16.45: è così terminata l'emergenza per l'incendio provocato ieri mattina da un uomo che è stato arrestato e che secondo le prime testimonianze avrebbe dato segno di squilibri mentali. I pompieri avevano evacuato in mattinata circa 1.500 persone, per lo più turisti, che stavano visitando la basilica: quattro persone sono state ricoverate per intossicazione da fumo. La cripta, dove l'incendio ha avuto origine, è tuttora chiusa per i danni, abbastanza seri, provocati dal fumo e dal fuoco. Secondo i media spagnoli, in ogni caso, la situazione è meno grave di quanto si fosse temuto inizialmente. Il presidente del 'Padronato della Sagrada Familia', Joan Rigol, ha annunciato che la sicurezza nel monumento più famoso di Barcellona, visitato ogni anno da 2,3 milioni di persone, sarà rafforzata per evitare il ripetersi di episodi simili. L'uomo che ha appiccato il fuoco si chiama José Maria S.L., ha 65 anni ed è stato fermato da un gruppo di visitatori che lo hanno visto armeggiare con diversi accendini. L'uomo avrebbe precedenti per furto e sarebbe ben noto ai servizi sociali della parrocchia: alla polizia che lo ha interrogato ha detto di non essere stato lui a provocare l'incendio, ma i suoi discorsi, secondo gli inquirenti, sono sembrati "incoerenti".

 

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online