Tornado: terrore e distruzione in Alabama, Mississipi e Georgia
PDF Stampa
Giovedì 28 Aprile 2011

tornado-America

 

Il sud degli Stati Uniti è nella morsa dei tornado. Alla mezzanotte di ieri, erano addirittura 138 i cicloni abbattutisi su alcuni stati meridionali. E il bilancio delle vittime è già molto alto. Sessantuno persone sono morte in Alabama, intrappolate tra le macerie delle proprie abitazioni, (poco meno di 400 mila sono rimaste senza energia elettrica); altre 11 hanno perso la vita nel Mississipi, quattro in Georgia e una in Tennessee. Il presidente Barack Obama ha ordinato immediatamente l'invio di aiuti federali per gli stati colpiti, generi alimentari, kit sanitari e squadre di ricerca e salvataggio. I governatori di Alabama, Arkansas e Tennessee hanno dichiarato lo stato d'emergenza. Secondo il servizio metereologico, il fronte della tempesta si starebbe spostando verso Nord e Sud Carolina, per poi proseguire in direzione nord-est. Secondo il New York Times, ad aiutare nella propria azione distruttrice i tornado, sarebbero state le forti piogge dei giorni scorsi, che hanno reso il terreno più pesante, permettendo ai venti di sradicare alberi e tralicci con molta facilità.