Pakistan, Osama Bin Laden ucciso in un blitz americano
PDF Stampa
Lunedì 02 Maggio 2011

bin_laden_morto

Osama Bin Laden è stato ucciso in Pakistan dalle truppe speciali americane. Si chiude un capitolo, forse il più drammatico della storia statunitense. Quasi dieci anni dopo gli attentati dell'undici settembre lo "sceicco del terrore" è stato ucciso. Lo ha annunciano il presidente americano Barack Obama in un discorso televisivo a tarda notte. Il capo di Al Qaida, ricercato per gli attentati dell'11 settembre, era nascosto in una valle remota del Pakistan. E' stato lo stesso Obama ad autorizzare il raid effettuato da forze speciali dell'esercito americano. "La sua fine dovrebbe essere salutata da chiunque abbia a cuore la dignità umana e la pace nel mondo", ha dichiarato il presidente americano precisando che "questo è la testimonianza che verrà tramandata ai posteri della grandezza della nazione e della determinazione del popolo americano". poco dopo l'annuncio migliaia di americani sono scesi in piazza a festeggiare. Cinque persone sono state uccise nel corso del blitz. Lo riferiscono responsabili americani. L’operazione è stata condotta all’alba da una "piccola squadra", di cui i responsabili non vogliono rivelare se composta da membri della Cia o da forze speciali dell’esercito. Secondo alcune informazioni di stampa, l’operazione sarebbe stata compiuta da un team di 14 Navy Seals, le forze speciali d’elite della U.S. Navy, con il contributo operativo degli uomini della Cia. Il commando sarebbe stato trasferito in elicottero dall’Afghanistan in Pakistan: l’operazione mirata sarebbe durata non oltre 15 minuti. Durante il blitz ci sarebbe stato anche un piccolo incidente operativo: uno dei due elicotteri utilizzati inizialmente dal commando avrebbe avuto un "problema tecnico" e i militari sarebbero stati costretti a salire a bordo di un unico velivolo. Fra le vittime ci sarebbe anche un figlio del leader di Al Qaida, altri due uomini, verosimilmente messaggeri di Osama, e una donna, usata come scudo da uno dei presenti. Altre due donne sono state ferite. Nella residenza del leader di Al Qaida si trovavano diverse donne e bambini. Osama bin Laden è morto sotto il fuoco degli uomini del commando, nessuno dei quali è rimasto ferito. "È stata un’operazione particolarmente pericolosa", ha confidato uno dei responsabili. Il "compound" in cui si trovava il leader di al Qaida era circondato da alte mura e filo spinato. I primi segnali sulla presenza di Bin Laden in questo nascondiglio erano stati ricevuti dall’intelligence Usa a settembre 2010.


SEGUONO AGGIORNAMENTI