New York, USA: è scattato il divieto di fumare anche all’aperto
PDF Stampa
Martedì 24 Maggio 2011

NY_smoke

 

Fumare oggi una sigaretta a Madison Square, a New York, può costare fino a 50 dollari di multa. E' entrata infatti in vigore la nuova legge approvata lo scorso febbraio dal Consiglio comunale, che ha esteso il divieto di fumo ai 1.700 parchi della città, alle zone pedonali della città, come Times Square, e lungo i 22,5 chilometri di spiaggia. Nella Grande Mela è in vigore dal 2003 il divieto di fumo nei bar e nei ristoranti, così come sui luoghi di lavoro.
Per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle nuove norme, il dipartimento della Sanità ha annunciato il lancio di una campagna in televisione, sulla metropolitana e sui media. In prima fila il sindaco Michael Bloomberg, ex fumatore diventato un nemico implacabile della sigaretta: a suo dire, gli spazi pubblici saranno da subito "più piacevoli, più sani, più appropriati".
"I fumatori passivo corrono un grande rischio e diminuire l'esposizione dei newyorkesi al fumo è un passo importante per rendere la nostra città una città in migliore stato di salute", ha aggiunto Bloomberg. La sigaretta è responsabile di un terzo dei decessi evitabili in città, secondo il sindaco.