Corea del Nord, morto il Caro Leader. Paese in lutto (12 giorni) trema la Corea del Sud
PDF Stampa
Lunedì 19 Dicembre 2011

Kim-Jong-il_con_Lim-Jong-un

 

PYONGYANG - Dodici giorni di lutto nazionale in Corea del Nord per la morte del Caro Leader, Kim Jong-il, una delle più controverse personalità della scena internazionale. La sua morte, all’età di 69 anni, ha scioccato un’intera nazione. E un’altra, la Corea del Sud, è invece in fibrillazione per il timore di conseguenze militari in questa fase di trapasso del Paese con cui è, formalmente, in guerra da oltre mezzo secolo.

 

LA MORTE DI KIM JONG-IL. I FUNERALI, I 12 GIORNI DI LUTTO NAZIONALE

A dare la notizia della morte è stata l'agenzia di stampa ufficiale Kcna, secondo cui Kim "è stato colpito da un grave infarto miocardico unito a un ictus" alle 8,30 del mattino di sabato ora locale, quando in Italia era passata da mezz'ora la mezzanotte del venerdì. Un'autopsia eseguita domenica avrebbe confermato (figuriamoci) le cause del decesso, avvenuto mentre Kim si trovava in treno per una delle sue misteriose visite in giro per lo Stato asiatico.

Il Caro Leader, se vogliamo mantenere il punto di vista nordcoreano, o il dittatore, come era considerato da buona parte del resto del mondo, aveva già subito un attacco cardiaco nell’estate del 2008, dal quale non si era completamente ripreso.

La Corea del Nord sarà in lutto nazionale, retroattivamente, dal 17 al 29 dicembre. I solenni funerali di Stato, si terranno il 28 dicembre prossimo a Pyongyang. La solita fonte ufficiale Kcna ha già annunciato che alle esequie non sarà invitata alcuna delegazione straniera, in totale sintonia con le rigidissime consuetudini del regime.

 

TUTTI UNITI CON KIM JONG-UN, "IL GRANDE SUCCESSORE"

Il regime nord-coreano ha sollecitato tutti a stringersi intorno al figlio minore del defunto, Kim Jong-un, additato quale "Grande Successore del sistema rivoluzionario" dopo la scomparsa del Caro Leader'.

"All'avanguardia della Rivoluzione coreana si pone attualmente Kim Jong-un, grande successore alla causa della 'juche' (l'autosufficienza, ndr) ed eccezionale capo del nostro partito, del nostro Esercito e del nostro popolo", ha scritto ancora la consultatissima Kcna.

"La guida di Kim Jong-un fornisce una sicura garanzia per portare a compimento in maniera encomiabile attraverso le generazioni la causa rivoluzionaria della 'juche', la causa intrapresa da Kim Il-sung e condotta alla vittoria da Kim Jong-il".

Dicevamo di un Paese in lacrime, e non a caso. A dare l’annuncio dagli schermi della televisione nazionale un'annunciatrice che, vestita interamente di nero, con il volto bagnato di pianto, ha affermato: "Tutti i membri del partito, i militari e l'opinione pubblica debbono seguire fedelmente la guida del compagno Kim Jong-un, e proteggere e rafforzare ulteriormente il fronte unito del partito, delle Forze Armate e del popolo".

 

LA RAPIDA ASCESA DEL FIGLIO TERZOGENITO, ALTRETTANTO MISTERIOSO

Kim Jong-un, figlio terzogenito nonché successore di Kim Jong-il, solo lo scorso anno fu promosso generale e ascese ai vertici del Partito Comunista, anche se di fatto non era mai comparso, prima di allora, nella vita pubblica del Paese. È lui che è stato incaricato di presiedere la commissione chiamata ad allestire i solenni funerali di Stato.

Di lui si sa che è nato nel 1983, o forse nel 1984 (il fatto si commenta da sé), che è il più piccolo dei tre figli che Kim Jong-il ha avuto dalla terza moglie Ko Yong-hui, che ha studiato in Svizzera, a Berna, in una scuola privata dove però gli è stato impedito di subire influenze occidentali. E non è tutto: di lui si sa anche che ama molto giocare a basket (malgrado le misure non proprio da atleta, è alto 175 centimetri per 90 kg di peso, come confermano le foto ufficiali del regime, le uniche che circolano anche in rete) e che, colpo di scena, segue con passione la Nba, il campionato professionistico americano.

Di lui si dice infine che assomiglia “in tutto” al padre.

E forse è per questo che, mentre la Corea del Nord piange, la Corea a sud del 65° parallelo sta tremando.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online