Redditest per evitare le ganasce del Fisco
PDF Stampa
Mercoledì 21 Novembre 2012

 

BEFERA

Redditest, sarai il mio cicerone nel mondo delle tasse possibili. L'Agenzia delle Entrate vara il monitoraggio personale e preventivo del proprio tenore di vita in rapporto alla denucia dei redditi. Redditest  è un  software semplice , che può essere scaricato suo sito dell'Agrenzia delle Entrate da qualsiasi contribuente sul proprio personal computer. Si dovranno inserire inserire le spese sostenute durante l'anno, cento voci in tutto, da quelle per gli immobili a quelle per l'auto, dalle barche alle assicurazioni, dagli investimenti in titoli ai soldi spesi per andare in palestra. Redditest dirà se il totale delle spese è coerente con il reddito dichiarato. Semaforo rosso significa che si è possibili evasori. Semaforo verde si può stare tranquilli. Il risultato del software non sarà conosciuto dal Fisco e non lascerà traccia sul web. L'unico che potrà vederlo sarà il contribuente. Lo strumento, ha spiegato il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, servirà solo per la compliance, ossia per convincere chi ha spese superiori al reddito dichiarato ad adeguare il suo 730. Il semaforo rosso scatta, come previsto dalla legge, solo se gli scostamenti tra reddito e spese superano il 20%. Le differenze inferiori non vengono considerate.Le dichiarazioni dei redditi sono comunque incoerenti in oltre il 20 per cento dei casi. Lo ha comunicato  il direttore delle Entrate Attilio Befera: "Da una simulazione sull'intera platea delle famiglie, oltre 4,3 milioni (circa il 20%)" delle dichiarazioni dei redditi "risultano non coerenti", dice. In particolare "tra le diverse categorie di reddito il tasso di irregolarità è maggiore nel reddito di impresa e nel reddito di lavoro autonomo". Di più: quasi un milione di famiglie dichiara redditi pressoché nulli "molti vicini allo zero".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online