La Gioconda di Leonardo: lo sfondo è quello del Montefeltro di Urbino
PDF Stampa
Lunedì 26 Novembre 2012

gioconda20leonardo

 

Il mistero legato al sorriso enigmatico della Gioconda di Leonardo da Vinci è solo uno dei tanti argomenti di discussione tra gli studiosi. Ora, in base a un recentissimo studio portato avanti da due ricercatrici, una geomorfologa dell’Università di Urbino, Olivia Nesci, e la pittrice-fotografa Rosetta Borchia, pare che lo sfondo dell’opera custodita al Louvre di Parigi non sia quello della Valdarno, bensì quello del Montefeltro.

I risultati della ricerca, contenute in un libro che sarà presentato a dicembre (“Codice P”, Electra Mondadori) spiegano anche che per raffigurare quel paesaggio così misterioso e affascinante, Leonardo usò la compressione, ovvero una tecnica di rappresentazione prospettica che "sintetizza" lo scorcio, necessaria per racchiudere un territorio così vasto in una tavola di appena 77 cm. per 53 cm.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online