San Marino, Commissione Finanze: “Disciplina delle licenze”
PDF Stampa
Martedì 04 Febbraio 2014

 

In mattinata l'esame del progetto di legge "Disciplina delle licenze per l'esercizio delle attività industriali, di servizio, artigianali e commerciali" riprende dall'articolo 11 "Controlli sulla effettiva sussistenza dei requisiti per il rilascio di licenza e relative sanzioni".

Si tratta per il segretario di Stato all'Industria, Marco Arzilli, di "un articolo fondamentale" della normativa, "il primo atto dell'ufficio - prosegue - nel rilascio della licenza che dà la possibilità all'operatore di avviare immediatamente la sua attività". Dopo un confronto con i commissari di maggioranza e opposizione, il Ps ritira i suoi emendamenti, considerandosi soddisfatto del recepimento, seppur parziale, delle proposte. Mentre Rete si vede accogliere all'unanimità il proprio emendamento al comma 1 che propone di inserire la facoltà per l'ufficio Uiac di suggerire al congresso di Stato l'ampliamento dei settori per cui è previsto, per motivi di sicurezza, un lasso di tempo ridotto (30 giorni invece di 180) per i controlli dei requisiti per il rilascio della licenza.

Si passa quindi all'Articolo 12, "Mancanza di determinatezza e coerenza dell'oggetto di licenza", all'articolo 13, "Autorizzazione ad operare per società estera o persone fisiche non residenti". Su quest'ultimo, dopo un confronto tra commissari e segretario di Stato, Civico 10 ritira i suoi 4 emendamenti. Anche il commissario di Rete, Roberto Ciavatta, ritenendo accolto l'emendamento al comma 9, ritira i suoi emendamenti, Sinistra unita ne ritira uno. I due emendamenti messi ai voti, di Rete e Su, sono infine respinti.

Infine, i lavori sono sospesi con l'approvazione dell'articolo 14, "Controlli sulla effettiva sussistenza dei requisiti per il rilascio dell'autorizzazione di cui all'articolo 13 e relative sanzioni", in cui viene recepito un emendamento di Civico 10.

La seduta riprenderà nel pomeriggio dall'esame dell'articolo 15: da mettere sotto la lente dell'Aula restano ancora una trentina di articoli e due allegati.