Donati da ANIS e CSU all'Università di Camerino 15mila euro per la ricostruzione
PDF Stampa
Venerdì 24 Marzo 2017

Camerino ANIS

 

Lavoratori e imprese solidali con il mondo della conoscenza. Consegnato martedì al Rettore dell'Università di Camerino, Flavio Corradini, il ricavato della campagna pro-terremotati lanciata da CSU e ANIS. La somma, pari a 15mila euro, raccolta a San Marino tra i lavoratori, i cittadini e le imprese, viene destinata alla ricostruzione di strutture danneggiate dell'Ateneo.

"Abbiamo trovato una situazione drammatica - spiegano i Vice Segretari Gilberto Piermattei (CSdL) e Luca Montanari (CDLS), e William Vagnini, Segretario Generale ANIS - il centro storico di Camerino è tutto zona rossa. Oltre ai gravi danni al patrimonio artistico ed abitativo, l'Università ha perso il rettorato, le aule di giurisprudenza e 300 posti letto destinati agli studenti".

Un colpo durissimo, eppure l'attività dell'Ateneo, che conta 600 dipendenti, non si è mai fermata. "Un grande esempio di operatività, efficienza e tenacia. Dopo cinque giorni dal sisma che ha sconvolto ampie aree del centro Italia, si sono laureati 200 studenti; le lezioni, pur tra mille difficoltà, sono continuante e tutti i 9 mila universitari iscritti sono rimasti a Camerino".

Il Rettore Corradini durante la cerimonia ha coniugato il valore della solidarietà con quello dell'amicizia. "È per noi fondamentale che ogni gesto di solidarietà diventi un'occasione di relazione e collaborazione. Per questo chiediamo alla Repubblica e all'Ateneo di San Marino di lavorare insieme e attraverso progetti comuni rafforzare la nostra amicizia".

I rappresentanti di CSU e ANIS, da parte loro, hanno consegnato al Rettore una targa a ricordo della donazione, con le effige delle organizzazioni che hanno messo in atto la raccolta fondi.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online