Attesa per il verdetto finale del Moneyval
PDF Stampa
Martedì 22 Settembre 2009

C’è grande attesa per la seduta plenaria del Moneyval di giovedì a Strasburgo. In quella data, in quella sede, San Marino saprà se quanto è stato fatto negli ultimi mesi in materia di antiriciclaggio e lotta al terrorismo è ritenuto sufficiente dal consesso internazionale oppure no. Una differenza sottile dall’importanza capitale per il Titano, anche perché in caso negativo i tempi per l’uscita dalle procedure rafforzate a cui la Repubblica di San Marino è sottoposta oggi sarebbero inevitabilmente molto lunghi. Con ricadute facilmente immaginabili sull’economia del Paese.
Ma la politica, intanto, è fiduciosa (parlare di ottimismo sarebbe troppo). A Strasburgo infatti la delegazione sammarinese ha portato un'ampia documentazione, ricevendo grandi apprezzamenti per gli sforzi fatti sin qui. Ora si attende il responso. Ieri sera si è riunito il bureau, ma per la decisione finale occorre ancora attendere. "Hanno apprezzato moltissimo ciò che abbiamo fatto in quest'anno", ha affermato il Segretario alle Finanze Gabriele Gatti. Presto si saprà se è stato sufficiente a convincere gli esperti del Moneyval.
"E'stato facile documentare che abbiamo fatto tutto quello c'era da fare e l'abbiamo fatto bene – dice ancora Gatti - Sarà invece più difficile dimostrare che in un anno solo abbiamo superato tutte le problematiche".