In Consiglio Grande e Generale si riparla di giochi
PDF Stampa
Martedì 10 Novembre 2009

Due giorni dedicati al Consiglio Grande e Generale, oggi e domani. Non ci sono leggi in prima o seconda lettura, ma gli animi – ancora una volta – potrebbero accendersi.
L’ordine del giorno prevede infatti la sostituzione del consigliere del Partito democratico cristiano sammarinese Filippo Tamagnini dalla commissione Affari giustizia, già slittata nel corso della precedente seduta quando il sostituto Pasquale Valentini, segretario della Dc, non riuscì a raggiungere la maggioranza qualificata per il mancato voto a favore dell'opposizione. E poi c’è la ratifica del decreto sui giochi, che equipara la normativa in materia a quella italiana, aprendo di fatto al poker e alla roulette elettronici. La questione ha già suscitato polemiche nelle file dell'opposizione e il Partito dei socialisti e dei democratici e Sinistra unita annunciano battaglia. Spunti di dibattito sono attesi anche durante il comma comunicazioni.
Per il resto la seduta dovrebbe scorrere liscia, con la discussione delle prime cinque Istanze d'arengo del nuovo semestre, tra programmi di intercultura per permettere agli studenti della Scuola secondaria superiore di formarsi all'estero; riforma della legge interna all'Istituto di sicurezza sociale per il controllo della Medicina fiscale per le patologie gravi; risparmio energetico; ambiente; infine la richiesta per effettuare d'ufficio l'accertamento sull'assenza di ostacoli alla celebrazione del matrimonio. Dopo la risoluzione conclusiva della 30esima Consulta dei cittadini sammarinesi all'estero, saranno gli ordini del giorno a chiudere la seduta.