Cordoglio sul Titano: si è spento il Professor Giuseppe Rossi
PDF Stampa
Venerdì 13 Novembre 2009

Si è spenta una memoria storica della Repubblica di San Marino. All’età di 91 anni è scomparso, all’Ospedale di Stato di San Marino, Giuseppe Rossi, da tutti noto come il Professor Rossi, una delle figure di maggior spicco della cultura sammarinese, uno dei sammarinesi più amati ed apprezzati anche in Italia.
Giuseppe Rossi, esperto di storia sammarinese, intellettuale sincero, è conosciuto per i numerosi libri dedicati alla Repubblica di San Marino. È stato insegnante di lettere al Liceo di San Marino, e Preside. Appassionato dantista, Rossi ha contribuito a fondare la Federazione dei Balestrieri, tra i primi a svolgere attività in seno all’Associazione Volontari del Sangue.

Alla famiglia Rossi vanno le più sincere e sentite condoglianze della Redazione di San Marino Fixing e San Marino Web.

 

 

IL MESSAGGIO DI TITO MASI, PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE SAN MARINO - SUMS

Peppino Rossi ci ha lasciato. Mentre lo ricordo personalmente, con stima ed affetto, come insegnante preparato, brillante e di grande umanità, insieme ai membri del Consiglio di Amministrazione ed ai Soci della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio S.U.M.S., mi unisco al dolore della famiglia per la scomparsa di uomo di profonda cultura e amor di Patria, che con la Sua lunga vita, le Sue opere, l’insegnamento profuso dalla cattedra che occupava presso il Liceo di San Marino e le molteplice iniziative promosse, ha onorato il Suo Paese ed i suoi concittadini.

La Fondazione San Marino, di cui è stato Socio attivo, e prima ancora, la Cassa di Risparmio, hanno intrecciato la propria storia con quella del Prof. Rossi, un intreccio culturale che ha dato vita a prestigiose pubblicazioni che rimarranno indelebilmente legate al Suo nome.

Alla Signora Fernanda ed ai figli Donatella, Marino e Silvia, è rivolto il più profondo e sincero cordoglio.

Tito Masi
Presidente della Fondazione San marino Cassa di Risparmio – S.U.M.S.

 

 

IL RICORDO DEL SEGRETARIO DI STATO ALLA CULTURA, ROMEO MORRI

Un altro grande personaggio della nostra storia recente ci ha lasciato. Il Professor Rossi, per tutti “Peppino”, che fino a poco tempo fa vedevamo passeggiare per le vie del Paese e fermarsi amabilmente a conversare con tutti.

Sempre impegnato, sempre attivo, sempre lucido finché la fiamma della vita si è spenta.

Dolcemente, come la luce di una candela.

Un personaggio eclettico, che non ha fermato i suoi interessi al mondo della scuola, ma che si è occupato di tutto: dall’Associazione Donatori di Sangue, alla Federazione Balestrieri; dal giornalismo, all’Unesco, ai soggiorni culturali dei giovani sammarinesi residenti all’estero, alle pubblicazioni. Il tutto, con un solo denominatore comune: l’amore per San Marino e per le sue istituzioni, la sua storia, le sue tradizioni. Di cui conosceva tutto, come un vero e proprio archivio vivente.

E aveva un grande pregio, quello di saper comunicare agli altri le sue conoscenze e la sua esperienza. Per questo, i suoi allievi e tutti coloro che hanno avuto modo di ascoltare relazioni, interventi, o semplicemente i racconti, non possono dimenticare il fascino delle sue parole.
Con altrettanta facilità scriveva, lasciandoci preziosa testimonianza non solo della storia e delle istituzioni, ma anche di fatti e personaggi che descrivono, con tocchi di impareggiabile poesia, la San marino dei tempi andati.
Caro Peppino, ci mancherai.

Come mancherai a tutti i nostri concittadini che hanno sempre visto te un faro della cultura sammarinese.

Il Segretario di Stato
Romeo Morri