Wolfang Schussel: I piccoli Paesi hanno un ruolo chiave
PDF Stampa
Venerdì 20 Novembre 2009

San Marino Forum 2009 – Intervento 5

Intervento dell’ex cancelliere austriaco Wolfang Schussel sul ruolo dei piccoli stati nella storia e nell’equilibrio geopolitico attuale. “Il futuro è nebbioso. La lezione della crisi: le bolle si pagano e la crisi non si è ancora pagata.

I trend politici, le grosse decisioni devono essere prese a livello globale. Ma quale ruolo devono avere i piccoli paesi, sono ascoltati? Per esempio, il crollo del Muro iniziò in qualche modo in Ungheria, un paese di dimensione, come anche l’Estonia, il Kossovo, la Palestina il Caucaso, la Georgia, sono fondamentali per il ruolo sulla scacchiere internazionale. Nell’Ue è fondamentale il bilanciamento tra piccoli e grandi Paesi, è fondamentale l’equilibrio che si basa sull’unanimità: un solo paese che vota contro ferma tutto il meccanismo delle decisioni. Quindici su venticinque paesi sono piccoli e medi, i paesi del golfo sono piccoli paesi eppure contano molto. La prospettiva deve qualitativa non quantitativa. I grandi Pil contano sino a un certo punto, conta di più il vero benessere. Su 25 milioni di aziende la maggior parte sono piccole medie aziende, come in Austria. Ma devono competere sul mercato globale, dove i grandi contano eccome anche se la maggior parte sono PMI. E quindi necessario avere sistemi nazionali solidi che supportano le pmi. Si è piccoli ma bisogna pensare in grande, navigando senza paura sui mercati di tutto il mondo. Essere aperti, innovativi, internazionali. I piccoli possono essere leader nelle nicchie di mercato. La Finlandia è leader nei prodotti tecnologici, la Danimarca nelle politiche sociali. L’Irlanda è forte nelle tecnologie informatiche, la Svizzera ha avuto la grande idea di essere sede dei grandi enti internazionali politici sportivi. I Piccoli Paesi fanno riflettere. Bisogna comunque far parte di un quadro più ampio come l’UE: e qui le regioni possono far riflettere. Le buone relazioni di vicinato sono altrettanto fondamentali. La pace inizia da casa propria. Il networking è fondamentale.