Nicola Rossi: Puntare alla differenziazione competitiva
PDF Stampa
Venerdì 20 Novembre 2009

San Marino Forum 2009 – 20 novembre - Intervento 6

 

"Il capitalismo è sempre uguale al passato, è possibile scrivere che offra il meglio di sé nel creare i problemi non nel risolverli. I motivi degli squilibri macro economici sono sempre lì. La crescita cinese è più sugli investimenti e non sui consumi delle famiglie, supervalutazione della valuta d parte usa, i difetti dell’UE sono sempre lì. Il debito pubblico è cresciuto dappertutto. Corriamo verso la prossima crisi. Isterisi, è la parola giusta. Il Papa ha ragione sul tema di un progresso bilanciato e solidale. L’economia di mercato è una istituzione e deve avere manutenzione, cioè di politica. Le crisi sono sintomi di inadeguatezza che non perfeziona i mercati. Società più coese, più diversità, ma non otterremo niente se sposteremo questo solo sociologicamente. Il mercato muta sulle differenze fondo della società; guidarlo oltre gli interessi di breve periodo è fondamentale. La politica deve tornare al suo core business, alla manifattura della politica. La politica sammarinese negli ultimi mesi sta in questo senso lavorando in condizioni difficili. Bisogna andare però oltre una certa passività, manutenzione attiva, riposizionare San Marino sui mercati nell’economia. La strada è quella della differenziazione competitiva, l’unica alternativa insieme alla concentrazione degli obiettivi, lo spazio della politica a San Marino è più ampio perché la finanza pubblica non va male come in Italia".
 
 
 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online