Drew Brees, la partita perfetta Il Monday Night va ai Saints
PDF Stampa
Martedì 01 Dicembre 2009

I Santi continuano a marciare. Verso il Superbowl. Inarrestabili. Undici vittorie in undici partite, l’ultima nel Monday Night del 30 novembre, contro i New England Patriots, che va a chiudere una “giornata-spezzatino” iniziata nella sera del Thanksgiving Day e proseguita domenica con tante partite mozzafiato.
E dire che la partita dei Pats era iniziata col piglio giusto: dopo il field goal di Carney dalle 30 yards che aveva visto i Saints sbloccare il risultato, è arrivato il td di Maroney su una corsa centrale di 4 yards. L’attacco di New England gira bene fino a quando Tom Brady si fa intercettare un brutto lancio sulle 35 yard avversarie, quando insomma era vicino dal mettere altri punti in carniere. E qui inizia la vera partita dei Saints. Drew Brees è inarrestabile, taglia chirurgicamente la difesa dei Patriots con i suoi lanci. Prima spedisce in touchdown Pierre Thomas (18 yd pass), quindi sfrutta uno sciagurato blitz dal secondario difensivo per pescare libero come un’uccellino (ma dov’era andata la safety?) Devery Henderson, per una passeggiata di 75 yard in end zone.
Un field goal di Gostkowski dalle 36 yard accorcia le distanze, ma prima dell’intervallo lungo è ancora New Orleans a festeggiare, con un’altra perla di Brees per Robert Meachem (la ricezione perfetta), direttamente in end zone dalle 38 yard.
La partita riprende dopo l’intervallo lungo sul 24-10 per New Orleans: ci sarebbe il tempo per rimontare, ma contro questi Saints sarebbe un’impresa titanica. New England ci prova e riduce il gap con una corsa di 2 yard ancora di Maroney (poi protagonista di un fumble che taglia le gambe ai suoi). E mentre Brady infila il secondo intercetto di giornata, Brees veste i panni di Superman, spedendo in touch down prima il Te Darnell Dinkins (2 yard pass) e poi, nel quarto quarto, anche Marques Colston, per il 38-17 finale.
Non è troppo difficile scegliere l’Mvp della partita, quando hai un quarterback che completa 18 lanci su 23 (0 intercetti) per un totale di 371 yards e, udite udite, ben 5 td-pass (su 5 touchdown segnati dalla sua squadra). E Tom Brady, un altro che ha già ricevuto da tempo la patente di eroe del football, davanti a una prestazione così non può far altro che scuotere mestamente la testa, sconsolato, a bordo campo: la copertina oggi è per il suo diretto avversario.