Handbike, il giro d’Italia per la prima volta a San Marino
PDF Stampa
Mercoledì 27 Marzo 2013

 

Approda per la prima volta a San Marino il Giro d'Italia in Handbike. La prestigiosa manifestazione, giunta alla quarta edizione e caratterizzata da un successo via via crescente, farà infatti tappa sul Titano domenica 18 agosto, grazie alla collaborazione fra il Comitato Paralimpico Sammarinese e la Federazione Sammarinese Ciclismo.

Questo evento si terrà nell'ambito della 1ª Gran Fondo della Repubblica di San Marino – Patrimonio dell'Umanità UNESCO, organizzata da tre società sportive ciclistiche sammarinesi (G.S. Dogana, A.S. Team Cosmos e Pennarossa Ciclismo).

La tappa di handbike è stata presentata in anteprima sabato 9 marzo in occasione del 'vernissage' delle nuove formazioni ciclistiche per il 2013 della Società Sportiva Juvenes Banca CIS, alla Sala Polivalente delle scuole medie di Serravalle.

"Il Comitato Paralimpico Sammarinese, unico riconosciuto sia dal Comitato Paralimpico Italiano che dal Comitato Paralimpico Internazionale – sottolinea il neo presidente Daniela Del Din -, nel compiacersi con la Federazione Sammarinese Ciclismo per questa collaborazione e per l'interesse paralimpico dimostrato, auspica che tale sinergia possa realizzarsi anche con altre federazioni sammarinesi, in maniera tale che possa evidenziarsi ancora di più a San Marino quell'input corale verso lo sport paralimpico per il quale da qualche anno siamo fortemente impegnati".

Sono in totale nove le tappe del 4° Giro d'Italia di Handbike, partito domenica 17 marzo a Roma, in concomitanza con la diciannovesima edizione della Maratona Capitolina, che ha visto primeggiare per la terza volta consecutiva Alex Zanardi, campione paralimpico di Londra, diventato così la prima Maglia Rosa 2013 della classifica generale maschile.

Le altre maglie-simbolo del Giro – quella Bianca per il vincitore della Classifica a Punti e quella Nera, l'ultimo arrivato di ogni gara – verranno assegnate a partire dalla seconda tappa, in programma a Cuneo il 27 aprile. Sono previste complessivamente 8 categorie, 4 maschili e 4 femminili, e al leader di ogni classe sarà assegnata la Maglia Rosa.

Ad ampliare la risonanza e la popolarità della kermesse ("perfetta sintesi tra agonismo e aggregazione sociale, straordinario pretesto per scoprire o riappropriarsi del nostro territorio", la definisce Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano

Paralimpico), quest' anno, anche un'altra importante novità: l'arrivo a Firenze, il 29 settembre, nel cuore dei Mondiali di ciclismo su strada, dopo aver toccato nel suo viaggio lungo la Penisola nell'ordine Cuneo (27 aprile), Pavia (9 giugno), Bergamo (in una data tra giugno e luglio), Somma Lombardo (14 luglio), città natale del circuito, San Marino appunto (18 agosto), Chiavari (8 settembre) e San Martino di Lupari (22 settembre).

Il Giro d'Italia in Handbike (presidente è Maura Macchi) ha il supporto come social partner dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della Fondazione Telethon, con il patrocinio di Coni, Comitato Italiano Paralimpico e Federazione Ciclistica Italiana.

Inoltre può contare su una madrina d'eccezione come Annalisa Minetti. "Il Giro d'Italia in Handbike è un'ulteriore conferma che lo sport è riabilitativo alla vita, ridona dignità e autosufficienza – sottolinea la nota cantante e atleta paralimpica, bronzo nei 1500 metri a Londra 2012 – La voglia di sognare ancora in un mondo dove tutti saremo finalmente diversamente uguali! Essere atleti disabili non vuol dire affannarsi ad assomigliare a uno normodotato, ma semplicemente sottolineare quanto meraviglioso sia sentirsi specialmente abili".