Calcio, San Marino - Italia: Derby azzurro, stadio Dall’Ara di Bologna. Le formazioni
PDF Stampa
Venerdì 31 Maggio 2013

 

di Edoardo Giorgetti e Tommy Fantini

 

Riparte tutto da quel pomeriggio di febbraio, era il 1992, San Marino contro Italia, quando una doppietta di Roby Baggio aprì e chiuse il 4-0 con cui gli azzurri di Arrigo Sacchi superarono per la prima volta nella storia il San Marino del ct Leoni al ‘Manuzzi’ di Cesena.

Venerdì 31 maggio 2013, dopo più di venti anni si ritorna sul campo, questa volta al Dall’Ara di Bologna. I nomi scritti sulla schiena dei giocatori cambiano, ma lo spirito agonistico è rimasto invariato.

 

Parlano i protagonisti


“Per noi è come un derby, ci sentiamo tutti tifosi dell’Italia, ma siamo sammarinesi”, queste sono le parole del ct Mazza, sottolineando l’importanza e l’orgoglio di rappresentare la maglia bianco-azzurra. Felice di prendere parte all’iniziativa contro il razzismo, il mister fa notare che nella realtà sammarinese non ci sono problemi di questo genere, ma comprende benissimo che tipo di piaga sia per il calcio mondiale, ed è per questo che assieme all'Italia sosterrà con il resto della squadra il motto: "mai più razzismo”. "Giocare partite come queste è sempre importantissimo e poco conta se si tratta di amichevoli. Vogliamo mettercela tutta, dare il massimo e dimostrare che la nostra Nazionale vale qualcosa in più dell'ultimo posto nel ranking FIFA. E' chiaro che affrontare campioni come questi è entusiasmante ma non ci lasceremo coinvolgere dalle emozioni, faremo la nostra gara e poi stringeremo loro la mano al termine dei 90 minuti", dichiara il capitano della nazionale Andy Selva mostrando un senso di patriottismo e allo stesso tempo di rispetto nei confronti della squadra avversaria.

 

La sponda azzurra


Per quanto riguarda la nazionale del ct Prandelli, pare che in campo non scenda la migliore delle formazioni, vista la mancanza delle due stelle rossonere Mario Balotelli e steppa El Shaarawy. Altri top player tenuti fuori dal match sono Antonio Candreva e Daniele De Rossi, ancora faticanti dalla sfida di Coppa Italia. Spazio quindi alle riserve, che avranno la possibilità –non dal primo minuto- di mettersi in mostra in vista della partita contro la Repubblica Ceca, come il sardo Sau e Alessandro Cerci. “Un occasione per provare i nuovi e capire se a livello tattico possano essere inseriti in modo veloce”, conferma il l’allenatore degli azzurri alla vigilia del confronto con San Marino.

 

Probabili Formazioni


ITALIA (4-3-3): 1 Buffon, 2 Maggio, 6 Ranocchia, 4 Ogbonna, 5 Antonelli, 16 Poli, 21 Pirlo, 7 Aquilani, 22 Diamanti, 11 Gilardino, 24 Bonaventura. A disposizione: 26 Sirigu, 17 Agazzi, 0 Abate, 4 Ogbonna, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 12 De Sciglio, 15 Barzagli, 8 Marchisio, 18 Montolivo, 25 Cerci, 23 Giaccherini, 9 Balotelli, 14 El Shaarawy, 10 Giovinco, 27 Sau. All.: Prandelli.

SAN MARINO (4-4-2): A Simoncini, F. Vitaioli, Della Valle, G. Bollini, D. Simoncini, Gasperoni, Mazza, Cibelli, Coppini, D. Rinaldi, M. Vitaioli. A disposizione: Manzaroli, Valentini, Andreini, Genghini, F. Rinaldi, Buscarini, Calzolari, Cervellini, Berretti, Bianchi, Selva. All.: Mazza.
Arbitro: Borg (Malta).