Schumi-Mercedes, è fatta: il Kaiser torna in F. 1 per 3 anni
PDF Stampa
Mercoledì 23 Dicembre 2009

La notizia è stata data da Norbert Haug, responsabile del Motorsport Mercedes che aveva accanto Ross Brawn, che resta come responsabile del nuovo team e Michael Schumacher. E, in teoria, non per un solo anno, come era trapelato dalle prime indiscrezioni, ma con la volontà di andare avanti per tre anni. "Sì: è programmato che io corra per tre anni", ha precisato lo stesso Schumacher. L'ormai definitivamente ex ferrarista ha subito spiegato le ragioni della sua decisione: "Ross Brawn e la Mercedes, questa combinazione che non era prevedibile, mi entusiasma. In questo modo posso anche restituire qualcosa alla Casa di Stoccarda (con le cui vetture sport Schumacher aveva cominciato a correre, n.d.r.) e non potevo rifiutare", ha esordito Schumi, aggiungendo di averne "naturalmente" parlato anche con la moglie Corinna: "Chiaramente questo è stato un argomento, ma appena ha visto la luci nei miei occhi, quando le ho detto della cosa, mi ha completamente appoggiato". Perché ritorna? "Alla fine del 2006 ero semplicemente stanco e non avevo più energie. Dopodiché ho potuto di nuovo fare il pieno di energia, correndo in moto e con i kart. E quindi ho accettato l'offerta di Ross Brawn. Mi sento come un ragazzino di dodici anni che saltella in giro", ha concluso assicurando che non pretenderà di essere il numero uno della squadra: "Questo non l'ho mai fatto". Ci sarebbe da discutere... Circa le condizioni fisiche, ha rassicurato: "Il collo non è assolutamente più un problema. La scorsa estate c'era troppo poco tempo per recuperare, ma adesso ce n'è stato abbastanza per far guarire completamentre la ferita. Dopo la rinuncia dolosa dello scorso anno avevo ancora un conto aperto. Volevo se capire se potevo davvero tornare a correre in F.1. Sì, posso e voglio farlo. Non ho alcun dubbio che potrò essere nelle condizioni fisiche adatte per disputare questa stagione e poter correre per le prime posizioni". Domani Schumi sarà presentato ai dipendenti ed del team, sempre a Brackley: una specie di regalo di Natale. Le prime reazioni sono arrivate proprio dai colleghi piloti tedeschi: "Lui ed io formeremo una coppia fortissima", ha detto Nico Rosberg, che la Mercedes aveva già ufficializzato alcune settimane fa. "Mi fa molto piacere che ritorni - è stato il parere di Sebastian Vettel - vedremo se nonostante la sua età sarà ancora in grado di competere con i più giovani". "Rivedere Michael Schumacher è fantastico. Sono contento per lui che ha di nuovo la possibilità di dedicarsi al più bel mestiere del mondo: correre in Formula 1". Lewis Hamilton (McLaren) ha commentato così la notizia dell'accordo. "Ricordo che guardavo le gare di Michael fin da quando correvo nelle categorie juniores - ha aggiunto il pilota britannico - e già speravo di poter un giorno essere in Formula 1 contemporaneamente a lui. È un'ottima notizia che torni con una scuderia importante come la Mercedes".