Calcio, San Marino-Galles Under 21: le voci alla vigilia
PDF Stampa
Giovedì 05 Settembre 2013

SAN MARINO - È stato Matteo Mazza, collaboratore tecnico del CT Pierangelo Manzaroli, ad illustrare questa mattina i dettagli della sfida, in programma domani sera allo Stadio di Serravalle (ore 20,30) tra la Nazionale di San Marino e il Galles, valida per le qualificazioni all'Europeo 2015 Under 21. Accompagnato dal Capitano Eugenio Colombini, dall'esterno Manuel Battistini e dall'accompagnatore federale Massimo Censoni, Mazza ha incontrato la stampa nella sala conferenze della Casa del Calcio parlando del cammino di preparazione alla quarta partita del biennio.

Matteo Mazza: “Purtroppo anche questa volta registriamo diverse defezioni. Non recuperiamo nessuno degli indisponibili di lunga data, Brolli Stefanelli e Daniele Maiani, ai quali si erano aggiunti, in occasione della sfida con la Lituania di  tre settimane fa,  Berardi e Federico Maiani. A queste si somma l'assenza di Ceccaroli, titolare l'ultima volta, a causa di uno stiramento seguito da una distorsione alla caviglia. Tosi e Proli sono in dubbio, ma speriamo di poterli recuperare. Comunque, a parte questo, ci siamo preparati bene, seguendo la stessa ricetta, che è quella di lavorare sodo. I ragazzi per fortuna rispondono come al solito con grande entusiasmo. Stiamo chiedendo loro uno sforzo di maturazione più veloce dal momento che siamo più giovani rispetto alle altre Nazionali. Sappiamo di affrontare una squadra più tosta rispetto a quelle incontrate fino ad ora. Molti di loro giocano già in club importanti e li abbiamo visti in allenamento. Hanno un blocco importante a metà campo, con due '92, e un buon esterno a destra che invece è più giovane. A livello tattico non dovremmo cambiare nulla. La nostra impostazione è il 5-4-1, ma contro la Lituania ci siamo difesi a 4, con risultati importanti e incoraggianti. Questo modulo ci ha permesso a tratti di fare la partita. Decideremo però solo all'ultimo”.

Eugenio Colombini: “L'avversario di domani è sicuramente una squadra ostica, più forte di quelle affrontate fino ad ora. Noi, però, arriviamo in un momento di forma importante perché ci alleniamo bene da tempo. Entreremo in campo cono la grinta giusta. Sappiamo che possiamo fare bene, ma siamo anche consapevoli del gap che c'è tra noi e i nostri avversari”

Manuel Battistini: “Come sempre cercherò di fare gol. Lo scorso biennio ne ho segnati due, quest'anno potrei già essere a quota tre o quattro se non avessi sbagliato. Una delle caratteristiche di questi due bienni è sicuramente l'aumento del possesso palla e del numero di occasioni. Stiamo lavorando tanto in allenamento, non solo sulla fase difensiva, come poteva essere in passato, ma anche su quella offensiva. Un'altra cosa che è migliorata è la tenuta fisica e credo che dipenda dal fatto che molti di noi giocano in campionati di buon livello”.