F1, Bahrain: GP cancellato Recupero a novembre?
PDF Stampa
Lunedì 21 Febbraio 2011

Ora è ufficiale: il GP del Bahrain, gara che il prossimo 13 marzo avrebbe dovuto inaugurare il Mondiale 2011 di F.1, è stato annullato. "Il Bahrain International Circuit (BIC) - spiega un comunicato ufficiale - ha annunciato che il regno del Bahrain rinuncia ad ospitare quest'anno il GP, in modo che il Paese possa concentrarsi sul processo di dialogo nazionale". Per ora non è chiaro se si possa trattare di un rinvio, ma i disordini scoppiati nell'Emirato avevano già avuto una prima conseguenza: erano già stati cancellati i test in programma dal 3 al 6 marzo. In una riunione tenutasi oggi a Montmeló, dove si stanno svolgendo altre prove in vista dell'inizio stagionale, era stato trovato l'accordo per cancellare le sessioni che erano in programma la prossima settimana per spostarle dall'8 all'11 marzo sempre a Montmeló. Poi, nel pomeriggio, è arrivata anche la notizia del congelamento del GP. Il patron della F.1 Bernie Ecclestone era in contatto con il re del Bahrain, Hamad Bin Isa Al-Khalifa, per trovare un riscontro e una soluzione. Fino ad oggi solo Mark Webber, pilota della Red Bull, si era detto contrario a gareggiare in Bahrain: "Non credo che in questo momento esistano le condizioni per organizzare un evento sportivo: quel paese adesso ha priorità più importanti". Pare ancora possibile l'opzione spostamento della prova in coda al calendario. Oggi il sito gulfnews.com ha rivelato che l'evento potrebbe disputarsi una settimana prima o dopo il vicino GP di Abu Dhabi, che è in programma il 13 novembre. Il 27 dello stesso mese, il Brasile accoglierà l'ultima prova del calendario, per questo le squadre dovrebbero affrontare una difficile sfida logistica. Difficile comunque l'annullamento totale, visto che il Bahrain, secondo alcuni media, avrebbe pagato 35 milioni di dollari per ospitare la corsa.