Liegames 2011, le speranze sammarinesi. Il programma della prima giornata di gare
PDF Stampa
Martedì 31 Maggio 2011

Dall’inviato
Pierfrancesco Grossi

 

VADUZ - Quanti impegni in questa settimana di Giochi, sostanzialmente da oggi fino a sabato. E già questo primo giorno si annuncia ricco di appuntamenti per gli sportivi sammarinesi. Tra tennis, nuoto, ciclismo, tiro a segno. Si parte in mattinata col tennis tavolo maschile e femminile e con le qualificazioni di tennis singolo che vedranno impegnati Stefano Galvani e Giacomo Zonzini. Sempre in mattinata, alle 10,10 i 200 di dorso maschile di Alberto Tasini, quindi alle 10,20 la farfalla femminile dell'attesa Simona Muccioli, mentre alle 10,30 quella maschile di di Emanuele Nicolini. Alle 10,40 100 stile femminile di Clelia Tini, alle 10,55 quelli maschili con le speranze di Pietro Camilloni. Alle 11,05, i 200 misti femminili ancora di Simona Muccioli, quindi alle 12 sarà la volta del torneo individuale di judo. Alle 13,45 qualificazioni femminili di tiro a segno con la carabina, mentre alle 14 scatterà il ciclismo su strada, alle 14,02 quello femminile. Sempre alle 14 la pallavolo con le qualificazioni che vedranno impegnati i titani, a livello maschile con l'Islanda. Alle 16 invece la sfida delle donne contro Lussemburgo. Alle 16,15 finale di carabina femminile. Alle 17 infine finali di nuoto e alle 18 di judo.

 

Liegames_0570LE SPERANZE BIANCAZZURRE

Tra le speranze delle racchette biancazzurre Galvani e Zonzini, le bracciate della Nicolini e Clelia Tini, di Tasini e Camilloni, passando anche per ciclismo e tiro a segno.

Nel tardo pomeriggio di ieri, prima del calar della sera, sono poi sgommate anche le instancabili 500 formato viaggio che dopo il giro dei tanti Piccoli Stati sono approdate qua a ridosso della Svizzera per consegnare ad Elisa Parenti la bandiera del Titano, da porta realta in questa già avvincente edizione dei Giochi. Mentre all'imbrunire, nel suggestivo scenario del Castello i Reggenti hanno incontrato ufficialmente il Principe del Lietchenstein Hans Adam II. Reggenti arrivati anche loro domenica al seguito dell'ampia comitiva degli atleti per un saluto ufficiale a pranzo tra il sole di primo pomeriggio di Balzano tra gustosi canederli innaffiati di gustoso Gewurztraminer e strudel della casa alle mele: "Le istituzioni sono vicine agli atleti e saranno al seguito proprio per dimostrarlo" aveva fatto sapere nei giorni scorsi Berardi. E infatti. Ora manca solo impreziosire questi giochi con un tocco di biancazzurro. Biancazzurro come il cielo di Vaduz. Almeno per ora.