Nba, notte da dimenticare per Gallinari e Bargnani
PDF Stampa
Lunedì 23 Novembre 2009

Non c’è due senza tre, dice un vecchio detto. Che però evidentemente vale solo per questa parte dell’Oceano. Perché di là non è riuscita la terza impresa ai New York Knicks di Danilo Gallinari che, dopo aver vinto due partite di fila (ed è una vera notizia, in questo tribolato avvio di partita), non riescono a completare la tripletta e si fanno bruciare dopo un tempo supplementare dai quotati Boston Celtics. Fra l’altro contro i bianco-verdi, il ‘Gallo’ non è stato certo un fattore per i Knicks: appena 10 punti e 6 rimbalzi in 25’ sul parquet, con percentuali non certo esaltanti (4/8 e 2/5). Una prestazione non esaltante per Gallinari dopo la super prova nel match vinto la sera prima nel derby con i New Jersey Nets, quando l’azzurro aveva messo a segno 17 punti in 26’ di pura sostanza.
È andata maluccio anche per i Toronto Raptors, l’altra squadra di Nba che schiera italiani. Senza l’infortunato Marco Belinelli, i Raptors perdon 104-96 in casa contro gli Orlando Magic. Andrea Bargnani segna 11 punti e sfiora la doppia-doppia (9 rimbalzi), Toronto continua a marciare a cavallo del 50% di vittorie: per il momento è sotto il pelo dell’acqua (6-8).

Tra gli altri risultati di domenica notte, spicca l’ennesima vittoria dei Los Angeles Lakers trascinati (tanto per cambiare) da un super Kobe Bryant. Contro gli Oklahoma Thunder ha segnato 26 punti, praticamente da ogni parte del campo, compreso un incredibile canestro… da dietro il tabellone (sotto il video con gli highlights della partita e il funambolico canestro di Kobe). Punteggio finale: 101-85.
Le altre partite: Charlotte Bobcats – Indiana Pacers 104-88, Miami Heat – New Orleans Hornets 102-101, Phoenix Suns – Detroit Pistons 117-91.