San Marino, MotoGp: per le segreterie di Stato è un'opportunità
PDF Stampa
Venerdì 25 Gennaio 2013

 

In merito agli articoli apparsi nei giorni scorsi sulla stampa locale e in alcuni siti internet specializzati del settore motori, riguardanti i dubbi e le perplessità di alcuni rappresentanti le Associazioni di Categoria sul futuro del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGP, le Segreterie di Stato per lo Sport e per il Turismo della Repubblica di San Marino tengono a precisare quanto segue:

"Prima di tutto è opportuno fare un chiarimento doveroso per quanto riguarda la cifra relativa all'investimento della Repubblica di San Marino per la MotoGP. Il costo annuo di 988.000 €, infatti, non rappresenta il reale esborso a carico dello Stato di San Marino, in quanto il 50% della cifra viene rimborsato dalla Provincia di Rimini, che versa anticipatamente allo Stato la sua quota di competenza. In secondo luogo, la collaborazione con Santa Monica SpA e con Provincia di Rimini ha reso possibile avviare importanti sinergie imprenditoriali e turistiche per il nostro territorio in occasione del gran premio. Diverse aziende sammarinesi sono coinvolte direttamente nell'organizzazione dell'evento sportivo e nella sua promozione nei mesi precedenti, e l'obiettivo è aumentare il loro numero in futuro. Incrementare le presenze sul territorio durante il Gran Premio, oggi più di ieri, è un dovere da perseguire con impegno e tenacia, partendo da una collaborazione tra pubblico e privato in cui le nostre imprese turistiche e dell'ospitalità siano in grado di sapere e volere sfruttare le opportunità proposte. Proprio per questo motivo nei prossimi giorni saranno convocati dei tavoli di lavoro con la Federazione Motociclismo, i motoclub e le Associazioni di Categoria, per costruire un percorso comune di promozione, con ulteriori pacchetti turistici di offerta della nostra destinazione e la definizione degli eventi legati al mondo della MotoGP e al suo indotto. L'idea è quindi quella di partire verso un'ulteriore fase di sviluppo, onorando al meglio il contratto che lega la Repubblica di San Marino e gli altri promotori a Dorna Sports S.L., e investendo al contempo sul territorio per la sua crescita in termini di promozione e offerta turistica.

Infine, è doveroso precisare che il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGP è anche e soprattutto un evento mediatico. Basta solo ricordare che l'edizione 2012 è stata vista a livello mondiale da quasi 780 milioni di persone tra dirette e servizi delle media televisivi internazionali. Si tratta di una promozione senza eguali in uno degli sport più seguiti al mondo che porta il nome della nostra piccola Repubblica nei luoghi più lontani.

Non dobbiamo mai dimenticare che un Paese che promuove la propria politica turistica deve prima di tutto essere conosciuto. Eventi come quello della MotoGP oggi, o della Formula Uno in passato, servono e sono serviti anche a questo. E mai ci si deve accontentare di quello che è stato fatto. Siamo davanti a sfide importanti e impegnative in questo settore e non ci si può più permettere di vivere di rendita".